Gli iraniani non ci stanno a far la figura dei terroristi. Te lo ripetono in continuazione. Dopo 40 anni di oscurantismo, interrotto solo dalla speranza Khatami, era tornato l’ottimismo; ma l’avvento di Trump alla Casa Bianca congelava il processo di distensione cominciato con Obama. In un crescendo negativo si è giunti nel 2020 all’eliminazione da parte americana del generale iraniano Suleimani, per Teheran un grande capo e un simbolo. Intanto le sanzioni economiche strangolano un paese ricco di cultura e di umanità. Quanto dovranno aspettare gli iraniani per rientrare nella comunità internazionale? I media ci raccontano i proclami di vendetta reciproca dei leader. Proviamo invece ad ascoltare la voce delle persone comuni, con cui è facile fare amicizia.

Renzo Garrone pubblicherà tra breve il suo libro sull’Iran, proprio con Pentagora.