di Mario Enrico Cerrigone

Quando si scrive un libro di filosofia su uno dei più importanti filosofi russi (Pavel Florenskij), e si viene letti in Russia, in italiano, è innegabile provare una grande soddisfazione. Alexandra Baychurina gestisce in Russia Bedtime Book, un associazione che si occupa di avviare le persone allo studio delle lingue, soprattutto l’inglese. Ma per dare avvio ad un gruppo di lettura di italiano, Alexandra ha scelto La verità non si dice. Le spiegazioni che l’hanno portata a fare questa scelta mi hanno sinceramente lusingato, purtroppo il post su Facebook in cui spiega le ragioni di questa scelta è scritto in russo (e il traduttore russo-italiano di FB è pessimo), per questo le ho chiesto se potesse scriverle anche in italiano.
Per quanto mi riguarda non si tratta di autocelebrarsi, ma di sottolineare i risultati che iniziano a fiorire dallo stile di lavoro richiesto da Pentàgora, perché questo libro non sarebbe stato scritto così com’è stato scritto se non me lo avesse chiesto Massimo Angelini durante una conversazione di ormai tre anni fa!

Mario Enrico Cerrigone è autore di La verità non si dice.