Si procede alla seconda edizione di un libro quando l’editore e l’autore trovano sia giusto aggiornare alcune parti di contenuto o di accessorio del prodotto editoriale.

Può cambiare e aumentare il contenuto grazie a revisioni e aggiunte, può cambiare il supporto, la copertina, il prezzo.

In qualsiasi caso si decide per la nuova edizione quando un libro è davvero riuscito, è vivo e viene ‘fatto proprio’ dal lettore, che lo tiene caro, lo presta, lo consiglia, ne parla, lo critica persino. Nel caso specifico nostro, di Pentagora, non è una questione squisitamente commerciale (lo è sempre poco, per noi), ma molto istintiva, dettata più dai segnali di ritorno, dai contatti, dall’aura amicale che si è creata intorno a un libro, che ci convince alla ripubblicazione.

Ed ecco qui ‘Ecologia della parola’. Saggio dedicato al recupero del significato profondo di alcune parole di uso quotidiano – amore, bellezza, cultura, cuore, eterno, grazie, parola, persona, sapere, simbolo, umano – recuperato attraverso l’indagine etimologica. Così si scopre che amore viene da desiderio, cultura da aratro, grazie da dono, parola da parabola, sapere da sale, e così per molte altre parole. Con le parole costruiamo il nostro pensiero, e attraverso l’uso delle parole condizioniamo il nostro modo di vedere la realtà: a un parlare sciatto corrisponde un pensiero confuso, a un parlare volgare e violento un pensiero conseguente… Su questa premessa, il saggio suggerisce che un’ecologia della parola è funzionale a un’ecologia della mente. Non è un saggio di filologia né, in senso stretto, di etimologia, ma una riflessione sul nostro tempo, di carattere divulgativo, che inizia con lo smascheramento di alcuni apparenti sinonimi (o parole che, nell’uso quotidiano, sono impiegate in modo intercambiabile e distrattamente automatico): parola/termine, persona/individuo, relazione/rapporto, sapere/conoscere… Appoggiandosi al significato profondo che emerge attraverso la ricerca sull’origine della parola, si osserva che non è indifferente un mondo a misura di persona o d’individuo, intessuto di relazioni anziché di rapporti, narrato da parole anziché definito da termini, orientato alla cultura o all’usura.

La nuova edizione di Ecologia della parola si può comprare nelle migliori librerie indipendenti oppure sul web, sul sito di Pentagora, proprio QUI.