Il diario di campagna del Maestro Giardiniere

di Carlo Pagani, con Mimma Pallavicini

SI FA LEGGERE COME UN ROMANZO, INFORMA COME UN MANUALE DI GIARDINAGGIO, NUTRE COME UNA LEZIONE DI VITA, DA’ SPERANZA AL FUTURO COME UNA PROFEZIA

Dedicato a chi pensa che un bosco non possa essere anche un giardino, a chi ha paura degli incontri selvatici, a chi ama le piante come la vita in tutte le sue espressioni e a chi sa cogliere il flusso delle stagioni e ha bisogno di poesia. Ma soprattutto, questo libro è dedicato a chi cerca il contatto con la terra praticando il giardinaggio e l’orticoltura, perché insegnano a trovare, nel rispetto dei disegni della natura, una collaborazione che fa bene a tutti, all’ambiente come al cuore.

Carlo Pagani
ha all’attivo centinaia di giardini e nel vivaio Flora 2000 ha collezionato, primo in Italia, frutti antichi e rose antiche.
Tiene da tempo una sua seguitissima rubrica sul mensile Gardenia e conduce trasmissioni televisive sulle reti nazionali.
È nato e vive a Budrio (BO), ciò che gli conferisce una comunicativa speciale.

Mimma Pallavicini
è una naturalista specializzata in giornalismo di divulgazione botanica e orticola. Collaboratrice storica del mensile Gardenia, ha scritto numerosi libri, molti dei quali prestando la penna anche all’amico maestro giardiniere Carlo Pagani. Reputa se stessa una ruvida giardiniera delle montagne piemontesi.

Pentàgora n° 83 / collana: Ruralismo. 230 pagine. 14 euro
isbn: 979-12-80247-00-1

ACQUISTA QUI