Un operaio genovese a Mauthausen e Dresda (1944-1945)

di Natale Giampaolo

guida alla lettura di Luca Borzani

Non una ricostruzione, un ricordo, ma un diario, scritto giorno dopo giorno nel campo di lavoro di Dresda dove l’autore è stato deportato insieme con altri 1487 operai.

16 giugno 1944, prime ore del pomeriggio: le fabbriche del ponente genovese vengono circondate dalle milizie della RSI e dalle truppe tedesche. Centinaia di lavoratori (1480 per la prefettura) vengono radunati, selezionati, caricati sui treni e deportati in Germania, prima tappa Mauthausen, da dove saranno smistati in altre località tra stabilimenti e campi di lavoro. Inizia così una delle pagine più drammatiche della storia operaia sotto l’Italia occupata, raccontata da Natale Giampaolo nel suo diario, tenuto nel campo di lavoro, durante gli ultimi mesi di prigionia prima della Liberazione. Il rastrellamento, l’arrivo a Mauthausen, le condizioni di vita dei lavoratori italiani deportati, il bombardamento di Dresda.

105 pagine, illustrato
12 euro

isbn: 978-88-98187-93-5

ACQUISTA QUI