Categoria

Uncategorized

Presentazione di Emma a CrocefieschiLegge

Inizio letto da Cristina Parodi col commento dell’autrice Helena Molinarivideoripresa di Giada Campus

Il tempo per acquistare, preparare, cucinare e sedersi a mangiare

Elena Rovera, curatrice di Agrispesa, condivide una riflessione dal suo blog

How much for the crocodile?

di Bianca Bonavita Su una pietra della discesa alla marina di Corniglia qualcuno ha scritto:“Attento divino viaggiatore:il turista cretino ti ruba l’anima”.Che i viaggiatori siano una specie in via d’estinzione e che qualcosa come il viaggio stesso sia quasi un… Continua a leggere →

Largo alla Cantadina

Una nuova strada nel cuore del cuore di Genova (il Comune non lo sa, ma Google sì!)La strada dalla quale partono i tre itinerari di Stradiario Genovese.Ma vuole dire anche: (Fate) largo alla Cantadina! (Simona Ugolotti, ché una così, ma… Continua a leggere →

Sulle condizioni di salute del romanzo italiano

di Alberto Grandi (da Wired) Gialli banali e malscritti, autori presuntuosi e autoriferiti che scrivono molto ma leggono poco, trame preformattate e prevedibili, imitazioni – spesso dozzinali – dei modelli letterari più commerciali (quelli statunitensi al primo posto)

Insegnateci le parole

di Alessandro Marenco Ripensavo alla scuola dove mi sono diplomato in meccanica industriale. A suo tempo ci chiedevamo come mai il piano di studi di una scuola tecnica comprendesse così tante ore di letteratura italiana. Perché era così assiduo l’Alighieri… Continua a leggere →

Come nascono le storie?

Mi chiedessero come nascono le storie, stasera (solo stasera, forse), non avrei dubbi. Sono dolcissimi moti stagionali, basse maree di cielo, a creare derive, anzi strisciate di racconti. La colpa è della memoria. Quando piove raduna sulla spiaggia gli attimi… Continua a leggere →

I contadini non esistono più

Testo di Francesca Pachetti, con inserti di Massimo Angelini Anna e Giuseppe quest’anno non hanno lavorato la loro terra.Non hanno messo le patate e neanche cipolle e fagioli.Non hanno piantato almeno mille canne, non hanno seminato contro luna, contro vento,… Continua a leggere →

Le storie, anche senza libri

“Ma che bravo, che hai scritto un libretto!” È la frase perfetta per rimescolare i visceri del neo autore, del principiante, dell’esordiente nel mondo della piccola editoria. Intanto perché è scorretta: i libri non si scrivono, si pubblicano. Si riservi… Continua a leggere →

Mi si è scolorita la tastiera

di Zena Roncada Mi si è scolorita la tastiera. Mi sono morte lentamente la ‘n’, la ‘m’ e la ‘l’. Questo getta ombre sinistre sulla mia scrittura (vagamente sbiancante: toglie colore? scioglie le lettere, specie quelle liquide, effetto candeggina?). Vero… Continua a leggere →

© 2019 Il Blog di Pentagora — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑