Autore

Alessandro Marenco

“Ah, e cosa scrivi?”

Essendo ormai uno scrittore noto a livello rionale, per non dire condominiale, ho potuto raccogliere una piccola casistica di reazioni che l’attività di scritturale desta nei miei interlocutori. Alcuni amici d’infanzia mi dicono: ‘Ho saputo che scrivi. È vero?’ (di… Continua a leggere →

Citazioni

Le citazioni sono la strizzata d’occhio che l’autore dà al lettore. Si tratta di un atto di innocente ruffianeria, ma occorre notare che spesso viene usata come una vera e propria dimostrazione di forza dell’autore. È un po’ come in… Continua a leggere →

Fare filosofia

La tentazione più forte del demiurgo, cioè di colui che scrive di narrativa, è di salire in cattedra e partendo dalla propria opera, evincere con sicumera delle leggi universali buone per descrivere l’umanità. Anche solo l’atto di parlare dal pulpito… Continua a leggere →

Trama

Conta veramente la trama in una storia? Ripensiamo ai libri che ci sono maggiormente piaciuti: talvolta avevano una trama debole, oppure ovvia, altre volte talmente complicata che non ci è consentito neppure di descriverla. Un qualche autore famoso ed esperto… Continua a leggere →

Linguaggi

Nella scrittura narrativa o d’invenzione occorre tenere a bada il linguaggio come uno dei componenti fondamentali dell’opera. È improbabile che un testo contenga sempre lo stesso linguaggio: per i dialoghi, per le descrizioni ambientali, per gli incisi, per lo svolgimento… Continua a leggere →

Opera o autore?

Chi scrive narrativa profonde tutto sé stesso nell’opera. Tanto che toccare o peggio attaccare l’opera equivale ad attaccarne l’autore. In genere è un errore di gioventù: chi scrive da poco tempo tende a vedere l’opera appena pubblicata come definitiva e… Continua a leggere →

I primi del mese

Ribolle, il calderone Pentagora. Ribolle di novità e di riedizioni. Alessandra Scurati intreccia parole narrate alle poesie di Alda Merini, in La porta accanto. Tra i versi di Alda Merini. Massimo Angelini raccoglie in un saggio gli eventi straordinari legati… Continua a leggere →

Almanacco Rurale Tascabile per il 2021

Puntuale come l’inverno arriva anche quest’anno l’Almanacco. Oltre ad essere un calendario, è una raccolta di informazioni, tracce, detti, consuetudini, esperienze empiriche, popolari, sapienziali, siderali. 10 x 15 cm, 128 pagine. Costa solo 5 euro e può essere la mappa… Continua a leggere →

Nuova edizione per “Ecologia della parola”, 30 pagine in più!

Ci sono libri che giacciono, pesanti, su scaffali e ripiani. Si leggono quasi per senso del dovere, anche se non ci entusiasmano. Da quache parte abbiamo appreso che si tratta di una lettura imprescindibile. Ma il testo è pietra, o… Continua a leggere →

Si può non leggere

Chiariamo una cosa: leggere non è indispensabile. Siamo (quasi) tutti d’accordo. Quel che è sempre stato indispensabile all’uomo da quando è tale è la narrazione, il racconto, l’epica, la letteratura. Chiamiamola come vogliamo (consentitemi un po’ di approssimazione), all’inizio era… Continua a leggere →

© 2022 Il Blog di Pentagora — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑