Non ce la siamo ancora lasciata alle spalle, però le cose stanno lentamente tornando alla tanto sospirata normalità. Potremo tornare a lamentarci di quel che ci lamentavamo prima, tra l’altro per non aver più tempo per leggere i nostri amati libri.

(Pennac ci ricorda che il tempo per leggere, come in tempo per amare, è sempre tempo rubato. Inoltre le due cose  non sopportano l’imperativo).

Orbene: per quanto riguarda il mondo della produzione libraria, la clausura s’è fatta sentire. Per i primi 4 mesi si registra un fatturato complessivo del comparto di 134 milioni di euro in meno. Cifra spaventosa, certo. Ricordiamo sempre che certe cifre riferite (in debita proporzione) a un colosso o una piccola casa editrice hanno un peso completamente diverso.

Ognuno ha la sua politica di vendita, di marketing, di promozione. Chi ha più mezzi e relazioni commerciali riesce a emergere in un panorama di social, spazi televisivi, giornalistici; presentandosi a fianco di nomi e volti noti, facendosi portare in evidenza dalla voce famosa e qualificata.

Pentagora è piccola e, vogliamo ricordarlo, ha superato la clausura grazie a tutti i lettori che hanno capito e hanno voluto consolidare il rapporto con questa editrice, contribuendo con l’acquisto diretto, sul sito Pentagora. La risposta dei nostri lettori è stata tale da darci un nuovo entusiasmo e la convinzione di aver intrapreso la strada giusta, cioè la costruzione di una comunità editoriale, fondata sul buon commercio, ma formata da lettori, scrittori, stampatori, revisori, traduttori, illustratori e redattori, accomunati dalla passione per le buone letture e il piacere di coltivarsi.

I mesi a seguire saranno ancora molto duri per tutti. Pentagora resta al suo posto, convinta (da buona contadina quale è, e quale appare anche nell’immagine della nostra copertina) che se abbiamo seminato bene, se il tempo ‘accompagna’, il raccolto sarà buono. Dove buono non vuole dire SOLO redditizio, ma anche valido, interessante, stimolante, portatore del dubbio che vuole approfondimento, del sale che richiede ragionamento.

Restiamo in contatto, visitate sovente il sito e il catalogo alla scoperta dei nostri titoli. E se vorrete potrete comprare direttamente sul sito, ricevendo a casa il piego in raccomandata tracciata. Se poi se ne comprano due, di libri, le spese spariscono.

L’impegno ce lo abbiamo messo, le scelte le abbiamo fatte: anziché spendere soldi in promozione e pubblicità, cerchiamo di agevolare l’acquisto per i nostri lettori.