Dedicato a chi si propone

Articolo evidenziato

Da sette anni coltivo Pentàgora, quasi otto: in alcuni periodi sono giunte due proposte la settimana, persino tre, e quante in questi anni ne siano arrivate e siano state respinte io non saprei più dire. Tante le proposte ingenue, alcune… Continua a leggere →

“Ah, e cosa scrivi?”

Essendo ormai uno scrittore noto a livello rionale, per non dire condominiale, ho potuto raccogliere una piccola casistica di reazioni che l’attività di scritturale desta nei miei interlocutori. Alcuni amici d’infanzia mi dicono: ‘Ho saputo che scrivi. È vero?’ (di… Continua a leggere →

Citazioni

Le citazioni sono la strizzata d’occhio che l’autore dà al lettore. Si tratta di un atto di innocente ruffianeria, ma occorre notare che spesso viene usata come una vera e propria dimostrazione di forza dell’autore. È un po’ come in… Continua a leggere →

Fare filosofia

La tentazione più forte del demiurgo, cioè di colui che scrive di narrativa, è di salire in cattedra e partendo dalla propria opera, evincere con sicumera delle leggi universali buone per descrivere l’umanità. Anche solo l’atto di parlare dal pulpito… Continua a leggere →

Trama

Conta veramente la trama in una storia? Ripensiamo ai libri che ci sono maggiormente piaciuti: talvolta avevano una trama debole, oppure ovvia, altre volte talmente complicata che non ci è consentito neppure di descriverla. Un qualche autore famoso ed esperto… Continua a leggere →

Linguaggi

Nella scrittura narrativa o d’invenzione occorre tenere a bada il linguaggio come uno dei componenti fondamentali dell’opera. È improbabile che un testo contenga sempre lo stesso linguaggio: per i dialoghi, per le descrizioni ambientali, per gli incisi, per lo svolgimento… Continua a leggere →

Dormono sulla collina

Volti e voci di un paese ventoso di Fulvio Belmonte UN RITRATTO CORALE, SCHIETTO E AFFETTUOSO DEL MONDO CONTADINO ATTRAVERSO UN PAESE E I SUOI ABITANTI SULLA MONTAGNA CHE SI FA DESERTO. ‘A tratti, pare di leggere il miglior Jean… Continua a leggere →

Opera o autore?

Chi scrive narrativa profonde tutto sé stesso nell’opera. Tanto che toccare o peggio attaccare l’opera equivale ad attaccarne l’autore. In genere è un errore di gioventù: chi scrive da poco tempo tende a vedere l’opera appena pubblicata come definitiva e… Continua a leggere →

Due passi fuori dalla civiltà

Il diario di campagna del Maestro Giardiniere di Carlo Pagani, con Mimma Pallavicini SI FA LEGGERE COME UN ROMANZO, INFORMA COME UN MANUALE DI GIARDINAGGIO, NUTRE COME UNA LEZIONE DI VITA, DA’ SPERANZA AL FUTURO COME UNA PROFEZIA Dedicato a… Continua a leggere →

Strane voglie

Voglie materne, nascite straordinarie, imposture… di Massimo Angelini STORIA DI UNA GRANDE STORIA, ANTICA COME I SOGNI E LE PAURE … storia di un tema che conoscono tutti (le voglie, le macchie sulla pelle a forma di uva, di fragola,… Continua a leggere →

Pensieri al rientro

Quali pensieri e sensazioni accompagnano il rientro in Italia dopo un lockdown trascorso in sicurezza a Vienna? L’autrice di Pentàgora Sarah Waring e il giornalista Alessio Giussani esplorano questo tema delicato in un pezzo scritto a quattro mani. Ex colleghi… Continua a leggere →

« Articoli precedenti

© 2020 Il Blog di Pentagora — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑